Informati

Partecipa

Iscriviti alla newsletter

venerdì 15 Marzo 2024
/ 14:00 - 17:00
/ CUP - via Peppino Impastato, 10

Dibattito diffuso

Il dibattito diffuso si è svolto tra le 14:30 e le 17:00 presso il CUP di via Peppino Impastato. I facilitatori presenti hanno potuto dialogare con le persone in attesa, coinvolgendo circa una quarantina di persone.

Nella sala d’attesa, le persone aspettavano il loro turno e in alcuni casi è stato più facile avere delle conversazioni più approfondite, tuttavia, in altri casi, la richiesta di avere uno scambio rispetto al Nuovo ospedale ha creato qualche disagio in chi stava vivendo con preoccupazione la visita che era in attesa di fare.

In generale è emersa una certa varietà di posizioni e interesse per la costruzione di un nuovo ospedale; quasi tutte le persone sapevano del progetto ma nessuna lo conosceva nel dettaglio. Le persone hanno posto l’accento sul servizio dell’ospedale e sulla sua disfunzionalità. Le preoccupazioni espresse riguardavano più il servizio sanitario in sé che l’ospedale.

 

Aspetti principali emersi

Quasi tutte le persone intervistate si sono mostrate desiderosa di avere un ospedale più curato e più moderno. La collocazione all’interno dell’area del parterre non ha sollevato critiche specifiche, domande e preoccupazioni sono emerse in merito al tema dei parcheggi.

La maggior parte delle osservazioni ha riguardato invece l’organizzazione interna e la mancanza di personale: la maggior parte delle persone hanno espresso la preoccupazione che migliorare la struttura non incida sulla qualità del servizio in sé (tempi di attesa, accuratezza delle visite, attenzione e ascolto del paziente, presenza di specialisti al pronto soccorso…).

È poi emerso un tema nuovo, legato ai costi indiretti che le famiglie devono sopportare quando una persona viene ospedalizzata. Alcune persone hanno raccontato del loro disagio nel dover pagare i pasti in ospedale come parenti dei pazienti pediatrici. È quindi emerso un tema generale legato all’accessibiiltà dei servizi sanitari. (“Perché spendere soldi per l’ospedale? Non sarebbe meglio darli alle famiglie?”) e di una politica sanitaria che per alcuni è improntata più al profitto che alla risposta ai bisogni.

Le persone coinvolte si sono dimostrate interessate al futuro dei padiglioni storici, in particolare è stato messo in evidenza il desiderio che restino luoghi ad uso pubblico. Anche i tempi della transizione verso la cittadella della salute sono stati oggetto di domande e riflessioni.

È stato, inoltre, proposto di ospitare nei padiglioni dei corsi universitari.

Per quanto riguarda il verde, le persone con cui si è dialogato hanno apprezzato la presenza del parco, considerato come elemento positivo per i degenti; dall’altra è stato espresso timore sull’impatto che la realizzazione dell’opera potrà avere sul parco (“distruzione del parco Pertini”).

Altre persone hanno invece sottolineato come l’area del parterre sia oggi trascurata e che sia necessaria un’azione di riqualificazione dei dintorni dell’ospedale.

Conclusione Dibattito Pubblico

Il dibattito pubblico si è concluso con l’incontro del 17 aprile 2024.

La relazione finale sarà redatta entro la fine del mese di maggio e sarà presentata pubblicamente, come stabilito dall’Autorità per la garanzia e la promozione della partecipazione pubblica, a valle delle elezioni comunali.